Cronaca

DataFatto
13.09.201540 Anni RAS: Giornata delle porte aperte all´impianto di Plan de Corones
01.09.2015Presso l´impianto di Luson viene attivata la Radio Digitale
01.09.2015A Favogna inizia la costruzione dell´impianto di telefonia mobile
24.08.2015A Mazia inizia la costruzione dell´impianto di telefonia mobile
04.08.2015Visita del Segretario di Stato per lo sviluppo economico Antonello Giacomelli presso la sede della RAS
03.08.2015Ad Alpe Guazza viene iniziata la costruzione dell´impianto di telefonia mobile
23.07.2015Inizio dei lavori per l´impianto di telefonia mobile a Passorombo
15.06.2015Il primo programma completo per musica tradizionale, usi e costumi dell´area linguistica tedesca 'BR Heimat' viene trasmesso dalla RAS su tutto il territorio in DAB+
10.03.2015Viene attivato l´impianto di telefonia mobile a Fié
31.12.2014Alla RAS vengono asssegnati ulteriori 10 Mio. di Euro attraverso il fondo di rotazione regionale per l´ampliamento della reta a banda larga in Alto Adige. Vengono finaziati oltre 150 progetti.
05.12.2014La RAS riceve un’ulteriore assegnazione di 10 milioni di Euro dal Fondo di rotazione regionale per l’ampliamento della rete a banda larga in Alto Adige. Vengono finanziati più di 150 progetti
05.11.2014La RAS rinnova la sua presenza presso la Fiera d’Autunno informando su radio e televisione digitali e sulla banda larga. Presenta anche l’ultra HD tramite il DVB-T2. Alla lotteria, che mette in palio apparecchi radio digitali, prenderanno parte 5.000 persone. Anche le 13 radio locali parteciperanno organizzando una ruota della fortuna.
17.10.2014Il Sottosegretario di Stato Antonello Giacomelli visita le postazioni ricetrasmittenti di Plan de Corones, Cima Capra e Muta informandosi sulle postazioni ricetrasmittenti comuni e sulla banda larga dell’Alto Adige.
15.10.2014Grande cambiamento della radio digitale in Alto Adige: dal nuovo Playout vengono trasmessi 33 programmi radio in tutto il territorio provinciale. La RAS si converte al DAB+; sette programmi (RAI 1, RAI 2, RAI 3, RAI Südtirol, Kiraka, Bayern 1 e Radio Rumantsch). Il consorzio D.A.B. Media avvia la diffusione in DAB+ su tutto il territorio provinciale di 13 programmi radio locali .
13.10.2014Il Presidente della Provincia Arno Kompatscher inaugura presso la sede della RAS il nuovo centro di trasmissione della radio digitale. Dal 15.10.2014 vengono trasmessi in tutto il territorio provinciale 16 programmi radiofonici della RAS, quattro della RAI e 13 programmi radio locali privati.
16.07.2014Viene messa in esercizio la postazione ricetrasmittente di Caminata. A Fleres viene costruita una nuova postazione ricetrasmittente. Vengono realizzate le postazioni per la telefonia mobile di Fiè e Montagna.
24.06.2014La RAS riceve un’ulteriore assegnazione di 7 milioni di Euro dal Fondo di rotazione regionale per l’ampliamento della rete a banda larga in Alto Adige. Vengono realizzati numerosi progetti.
30.05.2014Presieduta dal Presidente della Provincia Arno Kompatscher ha luogo la seduta costituente del nuovo Consiglio di amministrazione della RAS.
13.05.2014La Giunta provinciale nomina il nuovo Collegio dei revisori dei conti: Daniele Celi, Martin Oberhammer e Norma Anna Waldner.
29.04.2014La Giunta provinciale nomina il nuovo Consiglio di amministrazione: Rudi Gamper (Presidente), Petra Mahlknecht, Philipp Moser e Valentino Pagani.
25.04.2014Nel Palazzo Mercantile la RAS celebra il quarantennale dalla sottoscrizione degli accordi con gli enti radiotelevisivi ARD, ORF, SRG e ZDF. Sono presenti il Presidente della Provincia Arno Kompatscher e il Landeshauptmann del Tirolo Günther Platter, gli Assessori Philipp Achammer, Waltraud Deeg, Florian Mussner e Martha Stocker, Birgit Spanner-Ulmer per il BR, il direttore generale Alexander Wrabetz per l’ORF, Thomas Saner per l’SRG e Gottfried Langenstein per lo ZDF.
17.03.2014La RAS presenta la radio digitale per ciechi e ipovedenti presso il Centro Ciechi S. Raffaele, alla presenza dell’Assessora provinciale Martha Stocker.
12.02.2014Il Consiglio provinciale designa i Revisori dei conti della RAS Martin Oberhammer (proposto dall’opposizione) e Norma Anna Waldner (proposta dalla maggioranza), come sostituto Bernhard Resch (proposto dall’opposizione).
05.02.2014È venuto a mancare, all´età di 74 anni Helmut Hendrich. Membro del consiglio di amministrazione RAS sin dalla fondazione, nel 1975 e Presidente per 30 anni.
13.12.2013La RAS avvia la diffusione del programma radiofonico “Die Antenne”in formato digitale (DAB).
03.12.2013La commissione di gara individua il vincitore del concorso per il nuovo logo della RAS.
20.11.2013La RAS è presente con un proprio padiglione alla Fiera d’Autunno di Bolzano per informare sulla radio digitale DAB, sulla televisione digitale e sulla tecnologia della fibra ottica. Più di 3.200 persone prendono parte alla lotteria di apparecchi radiofonici digitali.
15.11.2013La RAS riceve per la prima volta tramite Alto Adige Finance S.p.A. un finanziamento di 3 milioni di Euro per l’ampliamento delle infrastrutture per la banda larga in Alto Adige.
25.10.2013Avvio dei lavori di costruzione della nuova postazione ricetrasmittente di Albes
01.07.2013Avvio dei lavori di costruzione del POP per la fibra ottica e della centrale Telecom a Auna di Sotto
01.06.2013Avvio dei lavori di costruzione della nuova postazione ricetrasmittente di Caminata.
27.05.2013Attivazione della radio digitale DAB in Val Sarentino. Si avvia una campagna di informazione con cartelloni pubblicitari presso le fermate degli autobus.
04.04.2013La RAI mette in esercizio presso il Penegal il proprio MUX radio digitale DAB 12B
21.03.2013Pubblicazione della gara d’appalto europea per la fornitura di apparecchi di trasmissione DAB (accordo quadro).
11.03.2013Trasferimento di entrambe le reti di trasmissione DAB (radio digitale) dai blocchi 12A e 12D ai blocchi 10Be 10D.
  
15.12.2012Demolizione della postazione di telefonia mobile di S. Lorenzo.
12.12.2012Ultimazione della costruzione della nuova postazione ricetrasmittente di Castelrotto.
27.11.2012Attivazione della nuova postazione ricetrasmittente di Martello di Dentro.
15.11.2012La Radiotelevisione Azienda Speciale della Provincia di Bolzano (RAS) amplia la propria offerta televisiva fino ad un totale di diciotto programmi. I programmi ARD, SF1 e SF2 vengono diffusi anche in HD, mentre è assolutamente nuovo il canale d’informazione ORF III.
13.11.2012Presentazione di nuovi programmi televisivi presso la sede RAS alla presenza dell’Assessora provinciale Sabina Kasslatter Mur
02.10.2012Nuova webcam a Monte Cavallo.
10.08.2012Nuove webcam a Passo Gardena e Val d‘Ultimo
26.07.2012Acquisizione della nuova postazione ricetrasmittente comune di Passo Gardena.
23.06.2012A Tirolo vengono messe in funzione la centrale Telecom e il nuovo POP della fibra ottica alla presenza del Presidente della Provincia Luis Durnwalder, della sindaca Elisabeth Laimer, di Arno Kompatscher e dei rappresentanti di RAS e Telecom.
03.02.2012La RAS assegna l‘incarico per la realizzazione in ulteriori 16 comuni di accessi liberi a Internet per mezzo di hotspots.
05.01.2012A Plan de Corones viene messo in funzione il primo punto di snodo della fibra ottica (POP) alla presenza del Presidente della Provincia Luis Durnwalder e dei Consiglieri provinciali Florian Mussner e Hans Berger.
28.11.2011Nuove webcam a Valgiovo, Slingia, Fundres e Blossenberg
04.11.2011Messa in servizio della nuova postazione di Santa Gertrude
02.11.2011Smontato il vecchio traliccio di Plan de Corones
21.10.2011Il direttore Plattner relaziona ai „Münchner Medientagen“ sulla situazione del DAB in Alto Adige. Viene concordato uno scambio transregionale dei dati relativi al traffico
05.08.2011Attivazione dei servizi di telefonia mobile e a banda larga a Fundres
14.07.2011Leo Kirch, uno dei padri fondatori delle televisioni private tedesche, muore il 14.7.11
22.06.2011Attivazione dei servizi di telefonia mobile e a banda larga a Valgiovo grazie ai fondi FESR alla presenza degli assessori provinciali Florian Mussner e Roberto Bizzo
31.03.2011 Attivazione dei servizi di telefonia mobile e a banda larga a Slingia e Valgiovo nell'ambito del progetto FESR
22.03.2011 Sottoscrizione della convenzione con l‘Unione Agricoltori e Coltivatori diretti Sudtirolesi concernente l'utilizzo di strade d'accesso private che portano alle postazioni della RAS
12.01.2011 (RAS) Attivazione della nuova postazione a Fundres.
07.12.2010(Alto Adige/RAS) Inaugurazione officiale della postazione comune Plan de Corones in presenza del Presidente della Giunta Provinciale dott. Luis Durnwalder e del commissario dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazione dott. Nicola D'Angelo.
08.07.2010(Europa/RAS) Davanti a numerosi rappresentanti di minoranze e parlamentari UE a Strasburgo, il Presidente della RAS Rudi Gamper e il Direttore della RAS Georg Plattner, hanno lanciato tre proposte su come garantire i diritto di trasmissione di grandi avvenimenti sportivi e film cinematografici tedeschi in Alto Adige. L'Intergruppo delle minoranze nel Parlamento Europeo vuole promuovere le proposte altoatesine.
07.07.2010(Europa/RAS) Il Presidente di ARTE dott. Gottfried Langenstein e il Presidente della RAS Rudi Gamper firmano il contratto per la trasmissione di ARTE e ARTE HD in Alto Adige.
06.05.2010(RAS) Il Presidente della Giunta Provinciale Luis Durnwalder e l'Assessora Sabina Kasslatter Mur attivano i programmi HD ORF1, ORF2 e ZDF nonché i programmi SD Arte, 3Sat und La 1.
26.04.2010(Alto Adige) Delibera della Giunta Provinciale sulla trasmissione di nuovi programmi televisivi: al posto di BBC1 e HD Suisse saranno irradiati i programmi ZDF HD, 3Sat e La 1.
23.04.2010(Alto Adige) L'Assessora Kasslatter Mur, il Presidente Gamper e il Direttore Plattner consegnano ai vincitori dell'indagine di mercato Walter Mair und Richard Grumer due televisori HDTV.
29.03.2010(Alto Adige) Delibera della Giunta Provinciale sulla trasmissione dei nuovi programmi televisivi ORF1 HD, ORF2 HD, Arte, BBC1 und HD Suisse nonché la decisione di mantenere vuoto un posto di trasmissione per il canale infoTV Alto Adige in programmazione.
03.03.2010(Alto Adige/RAS) La RAS Radiotelevisione Azienda Speciale è in lutto per la morte del socio fondatore e primo Presidente della RAS dott. Klaus Dubis deceduto il 3 Marzo.
24.11.2009RAS) Attivazione officiale della postazione comune di Laghetti.
21.11.2009(RAS) Registrazione della trasmissione 'Weihnachten in Europa' del canale BR (Bayerischer Rundfunk) nel duomo di Bolzano.
20.11.2009(RAS) Firma ufficiale dell'accordo con l'ARD in presenza dell'Intendente del BR Prof. Thomas Gruber, il Presidente della Giunta Provinciale Luis Durnwalder, l'Assessora Sabina Kasslatter Mur e il capo sindaco di Norimberga dott. Ulrich Maly.
28.10.2009(RAS) Inizio della completa digitalizzazione della televisione in Alto Adige.
22.10.2009(RAS) Autorizzazione da parte del ARD alla trasmissione gratuita dei programmi ARD, ARD EinsExtra, ARD EinsFestiva, ARD EinsPlus, Bayerisches Fernsehen BFS, Bayern alpha, Kika, Phoenix, 3 Sat in Alto Adige.
20.10.2009(RAS) Autorizzazione da parte del ZDF alla trasmissione gratuita dei programmi ZDF, ZDF infokanal, ZDF dokukanal/neo, ZDF theaterkanal, Kika, Phoenix und 3Sat in Alto Adige.
12.10.2009(Italia) Comunicazione ufficiale da parte del ministero dei canali assegnati 27, 34, 51 e 59.
11.10.2009(RAS) Con la digitalizzazione nell'area di Bressanone, la completa digitalizzazione televisiva è stata conclusa con successo. La digitalizzazione della televisione è il più grande cambiamento televisivo di tutti i tempi.
02.10.2009(Alto Adige/RAS) Presentazione dello Switch off in presenza del Viceministro Paolo Romani e Presidente della Giunta Provinciale Luis Durnwalder.
25.09.2009(Alto Adige/RAS) Inaugurazione officiale e benedizione della nuova postazione Sonvigo.
22.09.2009(RAS) Congedo del vecchio Presidente Helmuth Hendrich in presenza dell’Assessora dott.ssa Sabina Kasslatter Mur.
27.08.2009(Austria) Incontro con il direttore generale dell’ORF Alexander Wrabetz a Vienna in presenza dell’Assessora Sabina Kasslatter Mur.
06.08.2009(Italia) Assegnazione dei seguenti canali TV alla RAS: 27, 34, 51, 59.
24.06.2009(Italia) Il ministero dello Sviluppo Economico – dipartimento per le comunicazioni, nella persona del Viceministro Paolo Romani ha assegnato ai consorzi DAB Club DAB, C.R. Dab e Eurodab le nuove frequenze per la radio digitale: 13A, 13B und 13C.
12.06.2009(Alto Adige/RAS) La vecchia postazione Luson viene smantellata.
04.05.2009(Alto Adige/RAS) Approvazione dei progetti EFRE di telefonia mobile e banda larga da parte della Giunta Provinciale e assegnazione dell’incarico alla RAS.
21.04.2009(RAS) Seduta costituente del Consiglio d’Amministrazione in presenza dell’Assessora dott.ssa Sabina Kasslatter Mur. L’Assessora presenta i componenti del Consiglio d’amministrazione e i progetti fino all’anno 2013.
03.04.2009(Alto Adige) Dal 3 aprile 2009 i negozianti possono vendere solamente apparecchi televisivi con ricevitore DVB-t integrato.
30.03.2009(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale nomina il nuovo Consiglio d’Amministrazione della RAS, presieduto dall’ex coordinatore RAI, Rudi Gamper, che succede al pluriennale Presidente RAS Helmuth Hendrich.
23.03.2009(Alto Adige/RAS) Viene attivata la nuova webcam sulla postazione di S. Leonardo.
18.03.2009(Alto Adige/RAS) Siccome a Plan de Corones sarà costruita una nuova postazione comune, è stata misurata l’attuale potenza di segnale di tutti i programmi irradiati, da parte dell’ispettorato territoriale di Bolzano e della 'Regulierungsbehörde' di Vienna, in modo da avere valori di paragone dopo lo spostamento sulla nuova postazione. Questo è importante per il coordinamento internazionale, poiché Plan de Corones copre anche parti del Tirolo dell’Est (St. Oswald bei Sillian).
15.02.2009(Trentino) Switch over: i programmi analogici RAI 2 e Retequattro vengono disattivati e i programmi digitali di RAI e Mediaset, attivati.
04.02.2009(Alto Adige/RAS) Nomina di due componenti effettivi (di cui uno su proposta della minoranza politica) e di un sostituto (su proposta della minoranza politica) del collegio dei revisori dei conti della RAS Radiotelevisione Azienda Speciale da parte del Consiglio Provinciale: membri effettivi dott. Stefan Klotzner e dott. Johann Oberthaler, sostituto dott. Filippo Forest.
01.12.2008(Alto Adige) La Giunta Provinciale approva i criteri del piano provinciale di settore delle infrastrutture e delle comunicazioni (COM).
11.11.2008(Roma/RAS) La RAS partecipa al gruppo di lavoro per la completa digitalizzazione televisiva (task force all digital) a Roma. Quale termine per la completa digitalizzazione viene fissato il 15.10.2009.
27.10.2008(RAS) Il programma Deutschlandradio Kultur viene trasmesso nel nuovo standard DAB+.
23.10.2008(Alto Adige/RAS/banda larga) Collaudo tecnico a Selva dei Molini, ultimo dei comuni di questo lotto. Con la conclusione di questi lavori aggiuntivi, ulteriori 19.640 nuclei familiari e 6707 imprese hanno la possibilità di avere internet veloce.
14.10.2008(Alto Adige/RAS/RAI) Inizio della trasmissione dei due programmi televisivi RAI Sender Bozen e RAI 3 dalla rete ricetrasmittente RAS in presenza del Presidente della Giunta Provinciale dott. Luis Durnwalder, dell'Assessora dott.ssa Sabina Kasslatter Mur, del Direttore della RAI di Bolzano dott. Carlo Corazzola e Presidente del comitato provinciale per le comunicazioni dott. Hansjörg Kucera.
04.06.2008(RAS) Divieto di trasmissione dei campionati europei di calcio 2008 attraverso i canali ARD e ZDF.
29.05.2008(RAS) La digitalizzazione del canale ZDF è terminata: i canali ORF1, ORF2 e ZDF ora sono in digitale su tutto il territorio altoatesino.
11.03.2008(RAS) Pubblicazione dell'appalto europeo per la messa a disposizione di connessioni a banda larga in 13 comuni completi e in frazioni di altri 25 comuni altoatesini - non è stata presentata alcuna offerta entro il termine richiesto.
23.01.2008(Alto Adige/RAS) Grazie all'attivazione della postazione Passo Gardena migliora la ricezione dei programmi radiofonici (DAB) a Santa Cristina, Selva di Val Gardena, Colfosco e Corvara.
16.01.2008(RAS) Firma del contratto RAS - Brennercom/ROL/RUN.
03.12.2007(RAS) Atto di aggiudicazione per la messa a disposizione di connessioni a banda larga in 44 comuni all'associazione di imprese Brennercom/ROL/RUN.
19.10.2007(Alto Adige/RAS) Attivazione della postazione Rina in Badia per la telefonia mobile.
dal 16.10. al 18.10.2007(RAS) Giornate delle porte aperte presso la sede RAS.
16.10.2007(RAS) Attivazione dei canali televisivi digitali ZDF, ORF1 e ORF2 da parte del Presidente della Giunta Provinciale dott. Luis Durnwalder.
12.10.2007(RAS) Attivazione del nuovo centro di trasmissione della RAS da parte dall'Assessora alla famiglia, ai beni culturali ed alla cultura tedesca dott.ssa Sabina Kasslatter Mur.
10.10.2007(Alto Adige/RAS) Inizio della digitalizzazione del canale ZDF. Obiettivo è la copertura in digitale su tutto il territorio provinciale dei programmi ZDF, ORF1 und ORF2 entro l'anno 2008.
24.09.2007(Alto Adige/RAS) Trasferimento sulla nuova postazione di Martello.
03.08.2007(RAS) Pubblicazione dell'appalto europeo per la messa a disposizione di connessioni a banda larga in 44 comuni in Alto Adige.
19.07.2007(Alto Adige/RAS) La trasposizione dei programmi televisivi analogici SF1 e ARD su digitale (DVB-T) è stata conclusa con successo. Su tutto il territorio provinciale, i programmi SF1, SF2 e ARD sono ricevuti in digitale.
18.07.2007(Alto Adige/RAS/servizio strade) Tutte le gallerie sulle strade principali con una lunghezza maggiore ai 500 m sono coperte dal servizio radio analogico e digitale dei programmi RAS.
23.05.2007(Alto Adige/RAS) Inizio lavoro per la stazione ricetrasmittente comune Plan de Corones.
11.05.2007(Alto Adige/RAS) Attivazione dell'approvvigionamento radiofonico nelle gallerie della strada statale presso Ponte Gardena.
08.03.2007(Alto Adige/RAS) Attivazione dell'approvvigionamento radiofonico nella galleria della statale presso Mezzaselva.
02.03.2007(Alto Adige/RAS) Attivazione dell'approvvigionamento radiofonico nelle gallerie di Rio di Pusteria sulla strada statale della Pusteria.
09.02.2007(Europa) ORF e ZDF convertono i loro programmi a 16:9.
01.12.2006(RAS/Alto Adige/Austria) Attivazione del circuito in ponte radio digitale Bolzano-Innsbruck-Bolzano.
15.11.2006(RAS) Pubblicazione della gara d'appalto per la costruzione della nuova postazione Plan de Corones.
07.11.2006(Alto Adige/RAS) Attivazione del servizio radiofonico nella galleria del Virgolo sulla strada statale a Bolzano.
30.10.2006(Alto Adige/RAS) Messa in servizio della nuova postazione a Barbiano in presenza dell'Assessora dott.ssa Sabina Kasslatter Mur.
19.10.2006(Alto Adige/RAS) Attivazione dell'approvvigionamento radiofonico nelle gallerie tra San Lorenzo e Longega.
17.07.2006(RAS) Sottoscrizione del contratto con la ditta Linkem per la messa a disposizione di connessione a banda larga in 14 comuni altoatesini.
27.02.2006(Alto Adige/RAS) Ulteriore incarico della Giunta Provinciale con delibera n. 627 del 27.2.2006 per l'ampliamento delle reti in banda larga in Alto Adige e pubblicazione del primo appalto (13 lotti per 14 comuni).
20.02.2006(RAS) Nomina del dott. Ing. Johann Silbernagl quale direttore tecnico della RAS.
22.12.2005(Italia) Con decreto n. 273 del 22.12.2005 viene fissato quale termine per la disattivazione della TV analogica, dicembre 2008.
30.11.2005(RAS) La RAS partecipa al progetto europeo della radio digitale 'MI FRIENDS'. Il progetto si struttura in 4 parti: DMB-Regensburg, DMB-WM München 2006, il 'Drei-Länder-Projekt' DMB-Bodensee nonchè DMB-Südtirol/Transalp e sarà progettato tramite l'iniziativa CELTIC di EUREKA e realizzato per una durata di 24 mesi.
25.11.2005(Alto Adige/RAS) L'Assessore Hans Berger e il Presidente Helmuth Hendrich firmano la convenzione per l'ampliamento della rete in banda larga in Alto Adige. Entro l'anno 2009 oltre il 90 per cento degli altoatesini dovranno avere accesso a internet ad alta velocità.
22.11.2005(Alto Adige/RAS/servizio strade) Attivazione dell’impianto radio nella galleria MEBO presso Firmiano.
07.11.2005(Alto Adige/RAS) La RAS viene incaricata dalla Giunta Provinciale con delibera n. 4116 a sollecitare l'ampliamento delle infrastrutture a banda larga sul territorio provinciale.
07.11.2005(Alto Adige) La parte tecnica del piano provinciale di settore delle infrastrutture e delle comunicazioni (COM) viene approvato dalla Giunta Provinciale in seconda lettura con delibera n. 4147.
19.10.2005(Alto Adige/RAS) Viene terminato il montaggio del traliccio a sezione circolare di 70 m, presso la postazione RAS Laion (comune di Barbiano).
14.10.2005(Alto Adige/RAS) Mediacongress 2005 a Merano: la RAS festeggia il suo 30° anniversario. Parte la regolare trasmissione di SF1, SF2 e ARD sulle postazione principali Penegal, Muta e altri 18 postazioni ricetrasmittenti. Il primo programma per bambini - RadiJojo va in onda su DAB.
19.09.2005(Alto Adige/RAS) La radiodiffusione del programma per bambini Radijojo in Alto Adige tramite DAB viene approvato con delibera della Giunta Provinciale n. 3441 del 19 settembre 2005.
01.08.2005(Alto Adige/RAS/servizio strade) Il servizio strade della Provincia in collaborazione con la RAS installa apparecchiature per l'approvvigionamento radiofonico nelle gallerie. Nel corso dei prossimi anni tutte le gallerie con lunghezza superiore ai 500m saranno coperti da segnale radio. La galleria della circonvallazione sud di Brunico dà l'inizio al progetto.
16.06.2005(Alto Adige/RAS) Attivazione del blocco DAB 12D presso la postazione Plose.
03.06.2005(Alto Adige/RAS) Attivazione blocco DAB 12D presso la stazione ricetrasmittente Plan de Corones.
01.06.2005(Alto Adige/RAS) Il direttore della RAS dott. ing. Georg Plattner insieme al suo sostituto dott. Fabio Covelli fanno visita di insediamento all'Assessora alla cultura Sabina Kasslatter Mur.
25.05.2005(RAS) Il finora direttore tecnico dott. ing. Georg Plattner viene nominato direttore della Radiotelevisione Azienda Speciale.
12.05.2005(Alto Adige/RAS) Attivazione del blocco DAB 12D presso la stazione ricetrasmittente Alta Val Venosta.
03.05.2005(Alto Adige/RAS) Le stazioni radiofoniche private Radio 2000, Radio Gherdeina, Radio Grüne Welle, Radio Holiday, Radio NBC, Radio Tirol, Südtirol1 e Tele Radio Vinschgau del consorzio DAB Media vengono irradiati tramite il blocco DAB 9D.
02.03.2005(Alto Adige/RAS) Inizio della trasmissione televisiva digitale DVB-t a Predonico: il canale analogico SF1 è sostituito dai programmi digitali SF1, SF2 e ARD.
22.12.2004(Alto Adige/RAS) Attivazione del blocco DAB 12D presso gli impianti Muta e Campo di Trens.
07.10.2004(Alto Adige/RAS) Presa in servizio della postazione Val di Landro.
24.08.2004(RAS) Sottoscrizione del contratto IRT/RAS
Sommer 2004(Alto Adige/RAS) Creazione di una rete in ponte radio digitale RAS e messa in servizio della postazione Badia.
17.05.2004(RAS) Insediamento del nuovo Consiglio d'Amministrazione da parte dell'Assessora alla cultura Sabina Kasslatter Mur.
29.04.2004(RAS) Nomina del Consiglio d'Amministrazione tramite delibera della Giunta Provinciale. Presidente Helmuth Hendrich.
31.03.2004(RAS) Il direttore Klaus Gruber va in pensione dopo 27 anni di attività presso la RAS.
25.03.2004(Alto Adige/RAS) Conferenza Pretio a Bolzano. Presentazione dei nuovi servizi dati DAB a trasmissione senza fili da radio digitale a palmare (PDA).
30.12.2003(Italia) Decreto del 30.12.2003: contributi per la televisione digitale terrestre e l'accesso internet a banda larga come da art. 4, commi 1 e 2 della legge del 24.12.2003, n. 350.
12.11.2003(Italia) Piano DVB-t dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, delibera n. 399/03/CONS.
04.07.2003(Alto Adige/RAS) La RAS viene incaricata dalla Giunta di trasmettere un secondo blocco DAB in Alto Adige.
30.06.2003(Alto Adige/RAS) Indizione della gara d'appalto per le reti in ponte radio digitale.
01.06.2003(Alto Adige/RAS) Costruzione delle postazioni Badia, Bulla e Mezzaselva. Nuova struttura per apparati a Vallarga e Madonna di Senales.
01.03.2003(Alto Adige/RAS) La RAS partecipa al progetto CE-Pretio per incentivare la trasmissione di nuovi servizi dati su DAB e il controllo dell'andamento di mercato.
19.12.2002(Alto Adige/RAS) La RAS diventa membro del consorzio Celab.
15.10.2002(Alto Adige/RAS) Inaugurazione della nuova postazione comune di Naturno.
31.07.2002(Italia) Piano DAB dell'Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni delibera n. 249/02/CONS: progettazione di tre reti in banda III e 4 reti in banda-L su territorio nazionale.
01.06.2002(Alto Adige/RAS) Costruzione delle postazioni ricetrasmittenti comuni Curon e Selva Val Gardena. Ampliamento della casetta in muratura San Martino.
18.03.2002(Alto Adige) Legge Provinciale n. 6 del 18. marzo 2002: Norme sulle comunicazioni e provvidenze in materia di radiodiffusione: art. 7 -Infrastrutture comuni per il sistema delle comunicazioni e 7bis - Piano provinciale di settore delle infrastrutture delle comunicazioni, la Provincia sostiene la costruzione di infrastrutture comuni per i servizi di comunicazione.
01.06.2001(Alto Adige/RAS) Costruzione della postazione ricetrasmittente comune San Nicolò/Ultimo. Ampliamento della casetta in muratura di S. Leonardo/Passiria.
20.03.2001(Italia) Legge 20 marzo 2001, n. 66 - Trasmissioni ed impianti RadioTV, reca disposizioni urgenti per il differimento di termini in materia di trasmissioni radiotelevisive analogiche e digitali, nonché per il risanamento di impianti radiotelevisivi, differenziazione tra contentprovider, serviceprovider, networkprovider, rispetto dei valori limite di V/m risp. 20 V/m, trasmissione terrestre entro 2006 solo in digitale, per enti pubblichi radiotelevisivi vengono riservati 1 blocco DAB e 1 blocco DVB.
Estate 2000(Alto Adige/RAS) Costruzione delle postazioni ricetrasmittenti comuni San Lorenzo, San Pancrazio e Sesto.
05.05.2000(Alto Adige/RAS) La RAS festeggia il 25° anniversario in occasione di un convegno organizzato presso il Kursaal di Merano.
02.05.2000(Alto Adige) L’ORF inizia a trasmettere il programma di notizie “Südtirol-Heute”. La RAS festeggia il suo 25º anniversario con un convegno a Merano il 5 maggio. Il sito per trasmissioni comuni della Muta viene utilizzato da un numero sempre maggiore di emittenti. La RAS elabora progetti per la realizzazione di altri siti per il comune utilizzo. L’Alto Adige deve essere reso accessibile alle tecnologie che utilizzano i cavi in fibra ottica. Ad esempio nell’ambito della costruzione del metanodotto da Bolzano a Brunico si intende effettuare la posa in opera di un cavo di questo tipo.
30.12.1999(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale autorizza il finanziamento di 6 ulteriori stazioni ricetrasmittenti comuni.
08.04.1999(Tirolo/RAS) Avvio dell’attività dell’impianto comune di trasmissione alla Muta.
22.03.1999(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale nomina il nuovo Consiglio di Amministrazione della RAS.
26.11.1998(Roma/RAS) Approvazione del Piano tecnico della rete radiofonica e televisiva della RAS da parte del Ministero delle Comunicazioni.
30.10.1998(Italia) Piano nazionale di assegnazione delle frequenze per la televisione terrestre. Il Piano prende in considerazione 17 reti televisive, di queste sei per emittenti televisive locali. Per la radiotelevisione digitale sono previsti 5 canali: uno di questi per la radiofonia digitale terrestre (T-DAB), quattro per T-DVB.
01.10.1998(ORF) Gerhard Weis viene nominato nuovo Intendente generale.
24 e 25.09.1998(Bolzano/RAS) Congresso del DAB nella sala stampa di palazzo “Widmann”.
22.09.1998(Roma/RAS/RAI) Autorizzazione alla realizzazione della terza fase del progetto pilota DAB.
14.11.1997(RAI/RAS) Avvio dell’attività della rete T-DAB-ISFN (Terrestrian Digital Audio Broadcasting Isofrequency Net) alla presenza del sottosegretario di Stato Vincenzo Maria Vita.
03.11.1997(Roma/RAS/RAI) Autorizzazione alla realizzazione della seconda fase del progetto DAB con gli impianti di trasmissione dell’Alta Val Venosta, Venosta, Monticolo e Cardano.
31.07.1997(Italia) Nuova legge sul settore radiotelevisivo. Creazione della cosiddetta «Authority» (autorità di garanzia e controllo) per il settore delle telecomunicazioni (radiotelevisione e telecomunicazione). Il Ministero delle Poste assume la nuova denominazione di “Ministero delle Comunicazioni”.
24.06.1997(RAS/Muta) Posa della prima pietra dell’impianto comune alla Muta.
02.05.1997(Roma/RAI/RAS) Autorizzazione della prima fase di realizzazione di sei mesi del progetto T-DAB (DAB terrestre) con gli impianti di trasmissione di Campo di Trens, Plose e San Costantino. Il progetto viene realizzato nell’arco di tre mesi.
30.01.1997(RAS/RAI/Roma) La RAS e la RAI presentano al Ministero delle Telecomunicazioni una richiesta per l’introduzione della radiofonia digitale (DAB) il cui progetto è stato elaborato congiuntamente da RAI e RAS nel corso del 1996.
11.11.1996(Merano/Muta) Inizio dei lavori dell’impianto comune di trasmissione Muta al di sopra di Tirolo.
01.10.1996(RAS/Roma) Consegna del piano tecnico relativo al progetto pilota Muta al Ministero delle Telecomunicazioni per l’approvazione.
04.03.1996(Alto Adige) La legge provinciale riguardo alle telecomunicazioni ed allo sviluppo della radiofonia (legge provinciale sulle telecomunicazioni) all’articolo 5 prevede l’incentivazione dei siti comuni per le trasmissioni, sia per le emittenti radiotelevisive pubbliche che private.
23.02.1996(Germania/ZDF) Dieter Stolte viene nominato Intendente dello ZDF.
Ottobre 1995(Baviera/Alto Adige) Avvio del progetto pilota DAB da parte del “Bayerischer Rundfunk”. Rappresentanti della RAS sono presenti all’avvio dell’attività e hanno l’idea di introdurre il sistema DAB anche in Alto Adige.
01.09.1995(Gran Bretagna/Svezia/IFA) Primi progetti pilota DAB in Gran Bretagna e Svezia.
21.07.1995(Europa) Conferenza di programmazione CEPT a Wiesbaden. Ad ogni singola zona in Europa vengono assegnati due settori di frequenza per i programmi DAB (174-223 MHz e 1452-1467,5 MHz).
Primavera 1995(RAS) Georg Plattner viene nominato nuovo direttore tecnico. Il nuovo direttore rappresenta anche il passaggio della RAS dalla pura tecnica delle alte frequenze alla tecnica digitale.
01.12.1994(Europa) L’Istituto Europeo per la standardizzazione delle telecomunicazioni ETSI (European Telecommunications Standard Institut) approva lo standard per il sistema DAB.
17.10.1994(Austria/ORF) Gerhard Zeiler viene nominato dal curatorio dell’ORF alla carica di nuovo Intendente generale.
22.09.1994(Austria/Italia/Alto Adige) Avvio definitivo dell’attività della circuito in ponte radio anulare Bolzano-Innsbruck-Bolzano.
Estate 1994(RAS) Helmut Schäfer, per anni direttore tecnico della RAS, va in pensione.
22.03.1994(Italia/Alto Adige) Il Ministro delle Poste Pagani comunica all’ Assessore Hosp che viene assegnata alla RAS la possibilità di utilizzare le frequenze per il circuito in ponte radio anulare.
24.01.1994(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale nomina il nuovo Consiglio d’Amministrazione della RAS. Presidente rimane Helmuth Hendrich.
24.11.1993(Europa/Austria) La Corte Europea di Giustizia per i diritti dell’uomo (EGMR) di Strasburgo delibera in una sentenza che la legislazione radiotelevisiva austriaca all’articolo 10 lede la Convenzione Europea dei Diritti dell’Uomo relativamente alla libertà d’opinione (EMRK).
02.06.1993(Tirolo-Alto Adige) I quattro Consigli Provinciali si riuniscono ad Innsbruck. Una delibera della commissione dei Consigli Interregionali riguarda il circuito in ponte radio anulare tra Bolzano e Innsbruck.
21.05.1993(Italia/Austria) Convegno della commissione degli esperti dell’Accordino riguardo al circuito in ponte radio anulare Bolzano-Innsbruck-Bolzano.
25.02.1993(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale incarica la RAS della realizzazione del circuito in ponte radio anulare Bolzano-Innsbruck-Bolzano.
14.06.1992(Austria/Italia) Convegno della commissione mista dell’Accordino a Bregenz. Il programma televisivo RAI 3, unitamente a parti di programma tedesco e ladino, deve essere trasmesso nella rete via cavo tirolese e del Vorarlberg.
30.05.1992(Germania/Francia) ARD e ZDF unitamente a “La Sept” cominciano a trasmettere il programma europeo di cultura “Arte”.
29.01.1992(Italia) Viene sciolta la ASST Azienda Statale Servizi Telegrafici.
29.01.1992(Italia) Viene sciolta la ASST Azienda Statale Servizi Telegrafici.
29.11.1991(RAS) Delibera della RAS per la creazione in Alto Adige di una rete in ponte radio a 10 e 14 GHz.
18.11.1991(Alto Adige) Richiesta della Giunta Provinciale al Ministero delle Poste riguardo all’assegnazione di frequenze ed all’autorizzazione per la trasmissione di segnali radiofonici via ponte radio attraverso il Tirolo nel quadro dello scambio di programmi televisivi tra Trentino-Alto Adige-Tirolo (“Progetto RAI 3”).
21.06.1991(Svizzera/SRG) L’Assemblea Federale della Confederazione Elvetica approva la legge federale sulla radio e la televisione (RTVG).
28.05.1991(Italia/Austria) Seduta ad Innsbruck tra i rappresentanti della RAS, dell’ORF, della Giunta Provinciale del Tirolo, della Giunta Provinciale del Vorarlberg, della ÖPT-Innsbruck, della RAI-Bolzano, RAI-Roma, dell’Ufficio affari esteri italiano, del Telesytem Tirol e della Regione Trentino–Alto Adige riguardo ai programmi televisivi di RAI 3. (Comitato di esperti che era stato insediato dalla Commissione mista dell’Accordino il 31.05.1990).
28.02.1991(Germania) Avvia le trasmissioni la TV a pagamento “Premiere”.
24.01.1991(Italia/Alto Adige) La sentenza n.21 della Corte Costituzionale conferma la competenza legislativa primaria della Provincia autonoma di Bolzano nei confronti del Ministero delle Poste in materia di urbanistica e piani regolatori in relazione alla programmazione dei siti per le trasmissioni.
25.10.1990(ORF) Gerd Bacher viene nuovamente nominato dal curatorio dell’ORF alla carica di Intendente generale.
06.09.1990(Tirolo/Alto Adige) Avvio ufficiale dell’attività della tratta in ponte radio Innsbruck-Bolzano dopo l’ultimazione della stazione in ponte radio di Cima Capra.
06.08.1990(Italia) Regolamentazione del sistema televisivo pubblico e privato (legge Mammì). L’'articolo 2 afferma che la RAS è “un servizio radiotelevisivo pubblico di interesse nazionale”.
01.06.1990(ORF/RAI) L’'ORF prende parte al programma via satellite della RAI “RAI-SAT”.
30 e 31.05.1990(Austria/Italia) Seduta della Commissione mista dell’Accordino. Delibera di incaricare un gruppo di esperti i quali devono elaborare delle proposte di carattere tecnico e finanziario per la trasmissione televisiva della RAI verso il Tirolo ed il Vorarlberg.
fine 1989(RAS/SRG) Il programma dell’SRG non viene più captato al Piz Sielva, bensì al Patscherkofel dal circuito in ponte radio Bregenz-Vienna dalla società “Kabel-TV-Wien GmbH” e, via ponte radio attraverso Cima Capra, sino al Penegal. (Per effettuare questa trasmissione era necessaria l’autorizzazione delle autorità postali svizzere ed austriache, così come un accordo straordinario della società “Kabel-TV-Wien”).
14.11.1989(Tirolo/Alto Adige) I consigli provinciali del Tirolo e dell’Alto Adige approvano una proposta riguardante lo scambio di programmi radiofonici tra il Tirolo e l’Alto Adige mediante ponte radio.
dal 01 al 03.10.1989(RAS/ZDF/ORF/SRG) Su invito della RAS viene organizzato il convegno sulla coproduzione di ZDF, ORF e SRG a Merano.
22.05.1989(RAS) Insediamento del nuovo Consiglio di Amministrazione da parte dell’Assessore alla cultura Bruno Hosp.
17.04.1989(Alto Adige/RAS) La Giunta Provinciale dell’Alto Adige nomina il nuovo Consiglio di Amministrazione della RAS.
15.10.1988(Austria/Alto Adige) Avvio della trasmissione a livello altoatesino di ORF FS2 mediante una rete professionale di trasmissione della RAS.
14.07.1988(Italia) La Corte Costituzionale con sentenza n. 826 conferma la costituzionalità della norma d’emergenza del 1984 sulla televisione con riferimento al carattere transitorio di questa regolamentazione.
13.06.1988(Alto Adige/RAS) Delibera della Giunta Provinciale riguardo alla trasmissione sperimentale dei programmi televisivi dell’ARD e della SRG.
02.05.1988(Austria) Avvia la propria attività la televisione locale dell’ORF.
1987(Europa) Nel quadro del programma europeo di ricerche EUREKA viene avviato il progetto EUREKA 147, un Consorzio mondiale di istituti di ricerca, istituti radiotelevisivi e di elettronica che ha l’obiettivo di sviluppare tecniche di trasmissione digitale.
1987"(RAS/DBP/ÖPT/ASST) Conclusione delle trattative con le Amministrazioni postali tedesche ed austriache riguardo alla trasmissione del programma dello ZDF dalla Zugspitze sino al Patscherkofel e la trasmissione di questo programma e dei tre programmi radiofonici televisivi dell’ORF dal Patscherkofel sino a Cima Capra con la ASST riguardo ai necessari lavori di ristrutturazione al Penegal per poter accogliere i sopraccitati programmi nella rete di trasmissione della RAS."
16.12.1987(ORF/ZDF/SRG) Il 3sat passa alla trasmissione definitiva.
28.09.1987(Austria/ORF) Inizio della fase pilota della televisione locale presso l’ORF.
Estate 1987(Austria/Alto Adige) Ulteriori precisazioni relative a precedenti accordi con l’ORF del 1974: la RAS deve provvedere ai diritti d’autore che non vengono richiesti da parte dell’ORF. L’ORF dichiara però nell’acquisto di programmi di acquisire i relativi diritti d’autore anche per l’Alto Adige. Accordo interpretativo riguardo alla costruzione del nuovo collegamento in ponte radio. Ulteriore accordo con l’ORF e la Giunta Provinciale del Tirolo riguardo al finanziamento delle strutture in ponte radio da realizzare al Patscherkofel.
30.07.1987(RAS) Inizio dei lavori di costruzione della stazione in ponte radio di Cima Capra.
03.04.1987(Repubblica Federale Tedesca) Firma dell’Accordo radiotelevisivo da parte del Presidente del Consiglio dei Ministri dei “Länder” Federali. La televisione commerciale viene introdotta per legge a livello federale (sistema radiotelevisivo duale).
27.11.1986(Val Sarentino/RAS) Il Comune di Sarentino approva la licenza edilizia per la costruzione della stazione in ponte radio di Cima Capra.
04.11.1986( Repubblica Federale Tedesca) La quarta sentenza “televisiva” della Corte Costituzionale Federale Tedesca autorizza l’operatività delle emittenti televisive commerciali. Il controllo deve venire effettuato da parte degli istituti provinciali di controllo dei media, nei quali sono rappresentati i gruppi sociali. Le emittenti di programmi radiofonici e di diritto pubblico svolgono la funzione di copertura di base della popolazione con informazioni, formazione, programmi culturali e rivolti alle minoranze.
13.08.1986(RAS) Il Consiglio di Amministrazione della RAS autorizza il primo accordo fra la RAS e un Comune (Laion) riguardo ad un piccolo impianto ripetitore sulla base della legge provinciale 43/1978, art. 4.
13.08.1986(RAS) Delibera della RAS riguardo all’autorizzazione del primo accordo fra RAS ed un ente pubblico (ENEL) in riferimento al coutilizzo di impianti di trasmissione della RAS (Alta Val Venosta).
10.07.1986(RAS/Roma) La RAS consegna alla ASST il progetto per la tratta in ponte radio Patscherkofel-Cima Capra-Penegal.
07.07.1986(ORF) Il curatorio dell’ORF nomina Thaddäus Podgorski nuovo Intendente generale.
11.06.1986(Roma/RAS) Rappresentanti della RAS, del Ministero delle Poste e della ASST si incontrano a Roma riguardo alla tratta in ponte radio Patscherkofel-Cima Capra.
22.05.1986(Austria/Alto Adige) Colloquio tra i rappresentanti della RAS, la Giunta Provinciale del Tirolo, l’ORF e i direttori delle Poste del Tirolo e del Vorarlberg riguardo alla responsabilità rispetto alla parte austriaca della tratta in ponte radio.
20.02.1986(Roma/RAS) Il Ministero delle Poste autorizza la RAS alla trasmissione sperimentale del terzo programma televisivo su una terza rete televisiva. Nel contempo il Ministero delle Poste informa la RAS che, sulla base delle sue ricerche preliminari riguardanti il collegamento in ponte radio richiesto, i canali da 5 fino a 8 sono adatti nella frequenza che va da 10 a 11 GHz.
17.12.1985(RAS) Le verifiche tecniche per la terza rete televisiva si concludono con esito positivo (nessuna interferenza con la RAI e le emittenti private) e il tutto viene demandato al Ministero delle Poste per l’esame e una presa di posizione.
Dicembre 1985(RAS/ZDF) Lo ZDF è il primo programma televisivo trasmesso dal Penegal in stereo.
Novembre 1985(RAS) Nuovo programma per ORF 1 e ZDF al Penegal. Aumento della capacità di emissione da 0.7 kW a 10 kW per ciascun programma. Miglioramento della ricezione televisiva sia in Val d’Isarco che in Val Pusteria.
02.09.1985(Austria/Alto Adige) Seduta del comitato di contatto tra Tirolo del Nord e Alto Adige a Vienna. L’Assessore Zelger presenta ai membri del Ministero degli Esteri austriaco i problemi riguardanti la terza rete televisiva e il collegamento in ponte radio Penegal-Cima Capra-Patscherkofel.
17.07.1985(Roma/RAS) Il Ministero delle Poste chiede alla RAS di avviare le trasmissioni sperimentali per verificare la realizzabilità di una terza rete di trasmissioni.
04.02.1985(Italia) Il Parlamento trasforma le norme d’emergenza in una legge ordinaria.
Febbraio 1985(RAS) Entra in funzione il nuovo impianto di trasmissione FM al Penegal. Questo impianto, con i suoi 1,5 kW di trasmissione, alimenta praticamente tutta la rete radiofonica.
dal 20.10. al 06.12.1984(Italia) Il Governo Craxi approva le norme d’emergenza per la legalizzazione dei network televisivi nazionali («decreti Berlusconi»).
01.12.1984(Germania/Austria/Svizzera) Inizio del programma televisivo via satellite in comune tra ZDF, ORF e SRG (3SAT). A partire dall’1.12.1993 si associa anche la ARD.
dal 29.10. all’ 08.12.1984(Ginevra) Conferenza programmatica sulle trasmissioni in FM dell’International Telecommunication Union (ITU). Presa d’atto delle tre reti radiofoniche della RAS.
16.10.1984(Italia) I giudici di Roma, Torino e Pescara requisiscono i collegamenti in ponte radio dei network televisivi privati.
12.10.1984(RAS) Giornate dei Media organizzate dalla RAS a Bolzano. Le relazioni dei singoli esperti vengono pubblicate l’anno successivo in un opuscolo informativo per i dieci anni di attività della RAS.
1984(Europa) Lo stazionamento del satellite ECS-F1 (European Communications Satellite) dà l’avvio alle trasmissioni televisive via satellite in Europa.
18.05.1984(Roma/RAS) Il Ministero delle Poste respinge la richiesta di una terza rete televisiva RAS.
dal 18. al 26.02.1984"(ORF/RAS) “Tirolo 1809–1984", questo è il tema su cui l’ORF, con il canale FS2, trasmette una sorta di “settimana tirolese” nella programmazione. La RAS sintonizza i relativi programmi da FS2 a FS1, poiché l’FS1 raggiunge un numero maggiore di utenti in Alto Adige."
01.01.1984(Repubblica Federale Tedesca) Inizio della televisione commerciale in Germania.
01.10.1983(Bolzano/RAS) La nuova sede della RAS è in viale Europa n. 164/A. Tutte le sezioni vengono finalmente collocate nella stessa sede.
29.03.1983(RAS/Roma) La RAS presenta formale richiesta di autorizzazione per l’utilizzo provvisorio di un collegamento in ponte radio tra la cima Capra e il Penegal.
17.12.1982(Roma/RAS) Indicazione del Ministero delle Poste alla RAI in relazione all’assegnazione delle frequenze per una terza rete televisiva: a causa delle troppe interferenze con altre emittenti l’ipotesi viene dilazionata a tempo indeterminato.
22.09.1982(ORF) Gerd Bacher viene confermato alla carica di Intendente generale.
25.07.1982(RAS/Roma) La RAS presenta una richiesta formale al Ministero delle Poste per l’assegnazione delle necessarie frequenze per una terza rete televisiva.
08.06.1982(Tirolo/Alto Adige) Undicesima seduta congiunta dei Consigli Provinciali del Tirolo e dell’Alto Adige a Bolzano. L’Assessore regionale, Dubis, presenta una relazione riguardo alla “tratta in ponte radio Innsbruck-Bolzano”, della quale viene preso atto dai Consigli Provinciali.
07.06.1982(Svizzera) Il Consiglio Confederale svizzero emana la norma riguardo alle sperimentazioni radiotelevisive locali (RVO).
28.05.1982(Alto Adige) Delibera della Giunta Provinciale riguardo alla creazione di una terza rete televisiva per la ricezione di un terzo programma televisivo in lingua tedesca. L’ORF assicura la concessione gratuita di ORF-FS2.
26.11.1981(Roma/RAS) Rappresentanti del Ministero delle Poste si dichiarano disponibili ad esaminare la proposta della RAS per la terza rete televisiva.
20.11.1981(Repubblica Federale Tedesca/ZDF) La Consulta televisiva nomina Dieter Stolte alla carica di nuovo Intendente dello ZDF.
10.08.1981(Italia) Rinnovo della concessione RAI.
21.07.1981(Italia) La sentenza della Corte Costituzionale n.148 conferma il monopolio televisivo nazionale della RAI, sottolinea comunque che l’apertura della televisione nazionale ai privati dipende da una efficace regolamentazione antimonopolistica.
01.03.1981(Italia/Austria/Alto Adige) Avvio dell’attività definitiva della tratta in ponte radio dell’ÖPT/ASST (Patscherkofel-Hühnerspiel-Plose-Colle-Penegal) per ORF-FS1.
15.01.1981(Italia/Austria/Alto Adige) Avvio dell’attività provvisoria dell’ÖPT/ASST della tratta in ponte radio per il programma ORF-FS1.
autunno 1980(RAI/RAS) RAI e RAS si presentano con uno stand comune alla fiera campionaria di Bolzano. La RAS presenta il “Videotext” dell’ORF.
08.08.1980(Alto Adige/RAS) La RAS cambia la frequenza per il programma dello ZDF sulla base dell’accordo con il Ministero delle Poste del 30.04.1980.
20.06.1980(RAS/Merano) Inaugurazione del ripetitore televisivo RAS della stazione RAI di Segenbühel, al di sopra di Merano. Festeggiamenti per i 5 anni di attività della RAS.
estate 1980(RAS) La RAS inizia la creazione di un piano di frequenze provvisorio per la terza rete televisiva.
21.05.1980(Italia/Austria) ÖPT, ASST, RAS e RAI si accordano riguardo al collegamento in ponte radio Patscherkofel-Bolzano, per due programmi televisivi in terza priorità.
30.04.1980(Roma/RAS) Il Ministero delle Poste e la RAS trovano un accordo per una soluzione relativa alla trasmissione del programma ZDF.
19.04.1980(Roma/RAS) Il Ministero delle Poste sollecita lo spegnimento del programma televisivo ZDF entro 5 giorni. Le frequenze utilizzate per la trasmissione del programma sono riservate al Ministero della Difesa.
01.04.1980(Alto Adige/ORF) LA RAS inizia con la trasmissione del programma radiofonico Ö1 e nel corso dello stesso mese anche con la trasmissione del programma televisivo della SRG.
Febbraio 1980(RAS) La RAS elabora il progetto per il collegamento in ponte Radio tra Innsbruck e Bolzano.
15.12.1979(RAI) Il terzo programma nazionale della RAI, RAI TRE, va in onda.
12.11.1979(Alto Adige/RAS) La giunta provinciale nomina il nuovo consiglio d'amministrazione della RAS.
28.06.1979(Tirol/Alto Adige) Delibera dei consigli di Tirol e Alto Adige riguardante la realizzazione di un collegamento in ponte radio tra Innsbruck e Bolzano.
23.05.1979(Bolzano/RAS) La RAS sposta la sua sede in via Isarco n. 6. Manutazione e pianificazione tecnica si trovano in via della Zecca e in via Dante.
Maggio 1979(RAS) Il conigliere provinciale e presidente della RAS Klaus Dubis da le sue dismissioni dalla RAS per incompatibilità con la legge elettorale. Il suo successore diventa il vicepresidente della RAS signor Helmuth Hendrich.
16.02.1979(Alto Adige/RAS/RAI-Sede di Bolzano) Sottoscrizione del regolamento di attuazione tra RAI-Sede di Bolzano e RAS riguardante l'accordo RAI-RAS del 19.12.1975 da Dubis e il direttore Mario Nesler di RAI ad Anterselva di Mezzo in occasione dell'attivazione di quattro nuovi impianti in Val Pusteria.
26.10.1978(Alto Adige/RAS) Attivazione del primo ripetitore della RAS a S. Martino di Laces.
27.07.1978(Alto Adige/RAS) La legge provinciale n.43, articolo 4 consente che i comuni realizzino dei microripetitori per la copertura di zone non già servite dalla RAS. La RAS si assume l'onere della loro manutenzione.
07.04.1978(Alto Adige/RAI/RAS) Inaugurazione dei primi impianti RAI-RAS del Penegal e della Plose. Gli impianti appartengono alla RAI e dopo lavori di ristrutturazione da parte della RAS sono resi disponibili al coutilizzo.
22.11.1977(ORF/Alto Adige) Su ORF-FS 1 si annunciano i vincitori del concorso. 699 persone hanno compilato e spedito i questionari.
dal 10.09 al 10.10.1977(Alto Adige) Concorso RAS-ORF-SKI: contatto con ca. 10.000 persone in 25 località per la compilazione di questionari.
01.06.1977(RAS) Gruber viene nominato direttore della RAS.
13.05.1977(Roma/RAS) Il ministero delle poste dichiara ai rappresentanti della RAS di offrire la disponibilità di massima dell'ASST per la messa a disposizione del ponte radio Hühnerspiel-Plose- Colle -Penegal per due programmi radiofonici e due televisivi.
10.03.1977(Alto Adige/RAS) La giunta provinciale approva il regolamento di attuazione della legge istitutiva della RAS.
03.12.1976(Alto Adige/RAS/ORF) Inizio della trasmissione sperimentale di Ö3 e Ö2 (Radio Tirol) dell'ORF dalle postazioni della Plose, Plan de Corones, Pretonico, Maranza, Penegal e S. Vigilio.
Sett. 1976(Alto Adige/RAS) La provincia fa inserire delle postazioni ricetrasmittenti per dodici impianti della RAS nei piani edilizi dei comuni.
28.07.1976(Italia) La sentenza n.202 della corte costituzionale abolisce a livello locale radiofonico il monopolio RAI.
Estate 1976(Alto Adige) La RAI e le poste tedesche (DBP) effettuano misurazioni per future postazioni ricetrasmittenti della RAS.
06.05.1976(RAS/DBP) Stipula di un contratto d'opera tra la RAS e le poste federali tedesche (Deutsche Bundespost - DBP), direzione di Monaco, per la realizzazione di misurazioni per nuove postazione ricetrasmittenti.
28.12.1975(Alto Adige) Il quotidiano "Alto Adige" informa sulla prima emittente radiofonica privata dell'Alto Adige (Radio Bolzano Dolomiti).
19.12.1975(Alto Adige/RAS/RAI) Sottoscrizione della convenzione tra la RAI e la Provincia di Bolzano/RAS.
31.10.1975(Alto Adige) Il presidente della RAS Dubis sottoscrive i mandati di pagamento a favore di tutti i manutentori per il periodo dal 01.07.1973 al 30.06.1975.
01.09.1975(Alto Adige/RAS) L'assessore provinciale Zelger insedia il consiglio di amministrazione della RAS.
11.08.1975(Italia) Proroga di sei anni della convenzione con la RAI.
05.07.1975(Alto Adige/ORF) Apertura ufficiale dell'ufficio ORF a Bolzano.
22.05.1975(Alto Adige/RAS) Nomina del consiglio di amministrazione della RAS con delibera della giunta provinciale. Il presidente è Dubis.
14.04.1975(Italia) Legge n. 103, nuova legge RAI.
07.04.1975(Alto Adige) I tecnici della RAI consegnano alla giunta provinciale il "nuovo piano della rete televisiva in Alto Adige".
04.03.1975(Alto Adige/RAS) Pubblicazione della legge provinciale n. 16 del 13.02.1975, entrata in vigore il giorno successivo.
13.02.1975(Alto Adige/RAS) La legge provinciale n. 16 istituisce la RAS: è vistata dal commissario del governo De Pretis e promulgata dal presidente della giunta Magnago.
10.01.1975(Alto Adige) Il consiglio provinciale approva il disegno di legge n.67/74 relativo all'istituzione della "Radiotelevisione Azienda Speciale della Provincia di Bolzano".
01.09.1974(Alto Adige/ORF) Apertura di un ufficio dell'ORF a Bolzano con Paulmichl come corrispondente.
05.07.1974(Alto Adige/Roma) Seduta decisiva a Roma tra i rappresentanti della provincia (Dubis, Hendrich, Schäfer) e il Ministero delle Poste riguardo l'assegnazione delle frequenze per "momentaneamente due programmi televisivi".
30.04.1974(Italia) Rinnovo della convenzione con la RAI fino al 30.11.1974
08.04.1974(Alto Adige/SRG) Sottoscrizione della convenzione con l'SRG.
primavera 1974(Alto Adige/Roma) Trattative con il Ministero delle Poste a Roma per l'assegnazione delle frequenze.
27.02.1974(Alto Adige/ARD) Sottoscrizione della convenzione con l'ARD da parte di Dubis su incarico del presidente della giunta Magnano.
13.02.1974(Alto Adige) Gli impianti di trasmissione privati passano alla provincia. 101 proprietari sottoscrivono i relativi contratti di vendita presso la Haus der Kultur "Walther von der Vogelweide". La manutenzione tecnica per il momento è affidata ad essi (contratti di manutenzione).
18.01.1974(Alto Adige/ORF/ZDF) Sottoscrizione a Bolzano delle convenzioni tra ORF, ZDF e provincia di Bolzano attraverso l'intendente generale Bacher, il responsabile legale Fuhr e il presidente della giunta Magnago.
04.01.1974(Alto Adige) Delibera della giunta provinciale relativa all'acquisto degli impianti ai sensi del D.P.R. 691 i quali sono dichiarati di pubblica utilità.
20.12.1973(Italia) Rinnovo della convenzione con la RAI fino al 30.04.1974.
01.12.1973(Italia/Alto Adige) La norma d'attuazione entra in vigore. Inizio della decorrenza dei 90 giorni per il trasferimento della proprietà degli impianti provvisori alla provincia.
28.11.1973(Alto Adige/SRG) La SRG concede gratuitamente il proprio programma.
22.11.1973(Alto Adige/ZDF) Il ZDF assicura alla delegazione provinciale, composta dall'assessore provinciale Zelger, Dubis, Hendrich e Schäfer, la concessione gratuita dei propri programmi televisivi. Sottoscrizione di una bozza di contratto.
16.11.1973(Italia/Alto Adige) Il D.P.R. 691 è pubblicato. L'art. 10 autorizza la provincia di Bolzano "a realizzare e gestire una rete idonea a consentire, con qualsiasi mezzo tecnico, la ricezione contemporanea, nel territorio della provincia, delle radiodiffusioni sonore e visive emesse da organismi radiotelevisivi esteri dell'area culturale tedesca e ladina".
01.11.1973(Italia/Alto Adige) Con D.P.R. n. 691 viene approvata dal governo Andreotti la norma d'attuazione promulgata dal presidente Giovanni Leone.
08.10.1973(Alto Adige/RAI-Bolzano) Primo incontro tra rappresentanti della RAI (tecnica e amministrazione) e della provincia per definire una collaborazione tecnica.
19.09.1973(Alto Adige/ORF) Riunione tra i delegati della giunta provinciale Dubis, Hendrich, Schäfer e i rappresentanti dell'ORF. L'ORF si dichiara disponibile in linea di massima di mettere a disposizione dell'Alto Adige gratuitamente i propri programmi. L'intendente generale Bacher e Dubis sottoscrivono una bozza di contratto elaborata congiuntamente.
30.07.1973(Alto Adige) Delibera della giunta provinciale concernente l'elaborazione di un parere tecnico per la futura acquisizione degli impianti esistenti da parte della provincia.
12.06.1973(Italia/Alto Adige) Il governo Andreotti approva la norma d'attuazione elaborata dalla commissione dei sei e il giorno successivo si dimette.
aprile - maggio 1973(Italia/Alto Adige) La commissione dei sei affronta la questione televisiva.
04.04.1973(Italia/Alto Adige) Benedikter presenta una proposta di norma d'attuazione all'art. 8, comma 4 del nuovo statuto di autonomia concernente la questione televisiva con il parere della commissione di esperti.
29.03.1973(Italia/Alto Adige) Nella commissione dei 6 ( art. 107, comma 2 del nuovo statuto d'autonomia) Riz e Benedikter richiedono di trattare urgentemente la questione televisiva.
15.12.1972(Italia/RAI) Proroga fino al 31.12.1973 della convenzione con la RAI che scade il 31 dicembre.
20.11.1972(Italia/Alto Adige) Pubblicazione del nuovo statuto di autonomia.
31.08.1972(Italia/Alto Adige) Con il D.P.R. n. 670 del 31.08.1972 il Presidente della Repubblica Giovanni Leone promulga le leggi costituzionali che compongono lo statuto speciale per il Trentino-Alto Adige (Il nuovo statuto di autonomia).
Dicembre 1971(Roma) Il Senatore Bosco presenta un disegno di legge per la ricezione diretta di programmi televisivi esteri nelle zone di confine con minoranze linguistiche.
Agosto 1971(Alto Adige) Il parere di 82 pagine elaborato dalla commissione di esperti è consegnato alla Giunta provinciale. Dimostra la fattibilità della richiesta. Il preventivo dei costi ammonta a circa due miliardi di lire.
30.03.1971(Alto Adige) La Giunta provinciale delibera l'insediamento di una commissione di esperti per l'elaborazione di un parere tecnico-giuridico relativo alla ricezione di programmi televisivi dall'area culturale di lingua tedesca (Dubis, Hendrich, Schäfer).
Gennaio 1971(Alto Adige) La Procura della Repubblica di Bolzano avvia indagini contro numerosi gestori di impianti televisivi.
22.09.1970(Alto Adige) Il gruppo di lavoro "problemi di copertura televisiva nelle regioni alpine" formatosi nell'ambito delle 'settimane universitarie altoatesine' presenta una relazione conclusiva e una relazione tecnica, nelle quali viene trattata compiutamente la possibilità di ricevere programmi televisivi dall'estero.
Aprile 1970(Alto Adige) I giovani dell'SVP raccolgono 30.000 firme sulla questione televisiva.
1970(Alto Adige) Il senatore SVP Brugger invita a colloquio gli iniziatori televisivi di tutto l'Alto Adige, per discutere quali passi intraprendere per legalizzare gli impianti radiotelevisivi. Incarico a Dubis, Hendrich e Schäfer per uno studio di fattibilità riguardante la realizzazione di una nuova rete.
16.12.1969(Austria/Italia/Alto Adige) Il parlamento austriaco approva al 'Pacchetto' e il calendario d'attuazione.
03.-05.12.1969(Italia/Austria/Alto Adige) La Camera e il Senato approvano il 'Pacchetto' e il calendario d'attuazione.
29.11.1969(Kopenhagen) Waldheim e Moro approvano il 'Pacchetto' e il calendario d'attuazione.
22.11.1969(Alto Adige) L'Assemblea provinciale della SVP approva il 'Pacchetto' per l'ampliamento dell'autonomia. Gli oppositori del pacchetto sollevano l'irrisolta questione televisiva. Il segretario del partito Magnago precisa che l'omissione non preclude una futura soluzione.
1969(Alto Adige) Erich Mair riceve il segnale televisivo SRG a Piz Sielva dalla Svizzera che ritrasmette verso la Val Venosta fino a Merano. Il Ministero delle Poste e comunicazioni non interviene. Il progetto di Merano è abbandonato. Hendrich trasmette a Merano il programma ORF dall'alpe Piffinger. Schäfer serve Bolzano col programma ZDF da Monte S. Pietro (Nova Ponente). Sorgono iniziative simili da parte di rivenditori di apparecchi radiofonici anche in altre zone della provincia.
24.10.1968(ORF/Tirolo) L'impianto trasmittente Patscherkofel mette in onda anche il secondo programma televisivo ORF FS 2.
Sett. 1968(Merano) A Merano si forma una comunione di interessi, alla quale partecipano anche l'avvocato Klaus Dubis e il rivenditore di apparecchi radio Helmuth Hendrich. Acquisto di un cavo tv di 560 m, raccolta delle firme, colloquio con l'amministrazione comunale e proprietà terriera per quanto riguarda la posa del cavo.
29.03.1968(Merano, giorno di S.Giuseppe) Il presidente Hendrich riceve per la prima volta il programma ORF- FS1 al Mittager sopra Merano 2000 in modo chiaro e pulito.
1968(Roma/Alto Adige) I parlamentari della SVP si attivano presso il Ministero delle poste e comunicazioni e la Presidenza del Consiglio dei Ministri per risolvere la questione televisiva (=ricezione dei programmi televisivi in lingua tedesca dall'estero).
01.10.1967(ORF) Inaugurazione del programma di musica pop OE3.
18.09.1967(Tirolo/ORF) Hannes Hauser diventa direttore ORF del Tirolo. Nel suo discorso inaugurale indica come obiettivo dell'ORF la disponibilità del suo programma in Alto Adige.
25.08.1967(BRD) Avvio della televisione a colori (sistema PAL) in Germania per mano di Willi Brandt durante la fiera di Berlino (IFA).
01.01.1967(Austria) Entrata in vigore della nuova legge sul sistema radiotelevisivo. Autonomia dell'ORF in materia di programmazione, gestione del personale e finanziari. Ampliamento della rete trasmittente. Riforma della programmazione.
07.02.1966(Alto Adige) Inizio delle trasmissioni televisive in lingua tedesca della sede RAI di Bolzano (Sender Bozen).
Dicembre 1965(Bressanone) Il rivenditore di apparecchi radio Arthur Kofler provvede tramite cavi alla distribuzione del programma televisivo ORF nella zona di Bressanone e dintorni.
21.10.1965(Alto Adige/Roma) Il presidente della regione Magnago scrive una lettera al Ministro delle poste e comunicazioni Russo. Prende contatto sulle medesime proposte della commissione dei 19.
11.10.1965(Alto Adige) La giunta provinciale delibera concorde, di invitare il ministro delle poste Carlo Russo, ad adottare i necessari provvedimenti per consentire la ricezione dei programmi televisivi in lingua tedesca dagli stati confinanti.
1965(Vipiteno) Sepp Haller inizia a servire Vipiteno tramite cavi con il programma televisivo ORF.
1965(Oltradige) Helmut Schäfer realizza un'antenna di ricezione lunga 30 m per il canale ORF 1 e per la trasmissione in direzione Oltradige.
10.04.1964(Roma/Alto Adige) La relazione di 75 pagine della commissione dei 19 viene consegnata al Presidente del consiglio Aldo Moro. Le proposte contenute in esse si intendono come base minima da accettare da parte del consiglio dei ministri per l'ampliamento dell'autonomia.
Aprile 1963(Vipiteno) Confisca dell'impianto di Sepp Haller per il programma ORF a Schmuders.
01.04.1963(BRD/ZDF) Inizio del programma ZDF.
16.03.1962(Roma/Alto Adige) La commissione dei 19 approva la formulazione per la competenza legislativa primaria della Provincia di Bolzano riguardo " manifestazioni, attività artistiche, culturali e interessi locali anche per mezzo della radio e televisione"
04.11.1961(Italia/RAI) Il secondo programma nazionale RAI DUE avvia le proprie trasmissioni.
01.09.1961(Roma/Alto Adige) Introduzione "Commissione per lo studio dei problemi dell'Alto Adige" (commissione dei 19) mediante il consiglio dei ministri.
11.07.1961(Italia/Alto Adige) Sentenza della corte costituzionale n.46: rinvio del progetto di legge provinciale n.81-fino/1960.
06.06.1961(BRD) I primi ministri dello Stato federale sottoscrivono un trattato di Stato per la nascita del ZDF
06.10.1960(Alto Adige) Deliberazione del consiglio provinciale n.81-bis di conferma del disegno di legge n.81/1960.
13.07.1960(Italia) La Corte costituzionale con la sentenza n.59 giustifica e conferma il monopolio della RAI nel settore radiotelevisivo anche per motivi di scarsità di frequenze.
12.03.1960(Roma/Alto Adige) Il Consiglio ministeriale rifiuta il progetto di legge provinciale n.81/1960, relativo all'incompetenza della provincia di nell'ambito della radiotelevisione.
09.02.1960(Alto Adige) Il consiglio provinciale altoatesino approva il progetto di legge provinciale n.81, riguardante l'uguaglianza dei gruppi linguistici per quanto riguarda le trasmissioni radiofo.(Non riguarda ancora la televisione, poiché la RAI di Bolzano inizia la trasmissione di un programma televisivo solo nel 1966).
1960(Alto Adige) Sepp Haller a Vipiteno, Helmut Schäfer a Bolzano e Helmuth Hendrich a Merano tentano, indipendentemente l'uno dall'altro, di captare segnali televisivi in lingua tedesca per favorire un'ulteriore diffusione mediante cavo o convertitore.
10.01.1959(Alto Adige) Il quotidiano "Dolomiten" informa che a Bressanone si riceve il programma ORF e che la televisione tedesca poteva essere recepita dal trasmettitore ORF a Patscherkofel nel ristorante Kreuztal sul Plose.
29.12.1958(Alto Adige) Il quotidiano "Dolomiten" riferisce che, il programma televisivo ORF poteva essere recepito a Bolzano il 25.12.1958 alle ore 1.00 di notte.
15.12.1958(Tirolo/ORF) L'impianto trasmittente principale Patscherkofel viene attivato con i programmi radio e TV.
29.10.1958(Alto Adige) Approvazione della legge provinciale n.7 in riferimento alle consulte culturali e al fondo per la cultura provinciale. Nell'Art. 2 viene formulata la dizione "Collegamento tra i gruppi linguistici tedeschi e ladini con i rispettivi ambiti culturali tedeschi e ladini".
01.01.1958(Austria) "La radio Austriaca" riprende la sua attività.
1958(Svizzera) Inizio del regolare servizio televisivo sotto la denominazione di "Televisione svizzera".
27.03.1957(Alto Adige) Un lettore del quotidiano "Dolomiten"propone la disposizione di canali radiofonici-televisivi provenienti dall'Austria all'Alto Adige per la popolazione, mediante ripetitori collocati sulle cime dei monti.
01.01.1957(Austria) Inizio della regolare attività televisiva in Austria.
26.01.1956(Alto Adige) Le aree altoatesine vengono collegate alla rete televisiva della RAI in occasione dei giochi olimpici invernali a Cortina.
01.11.1954(BRD) Inizio trasmissione a livello federale del programma televisivo ARD "Televisone tedesca".
03.01.1954(Italia) La RAI avvia la trasmissione di un programma televisivo. Primo approvvigionamento inizio 1957.
Ultimo aggiornamento il 14 08 2015