Finlandia mostra interesse di prendere la RAS come modello

I due politologi dell’Università di Helsinki Sebastian Godenhjelm e Làszlò Vinczen si sono informati oggi, nell’ambito del loro attuale progetto sui mezzi di comunicazione pubblici e privati per minoranze linguistiche, in sede RAS sulla storia, i compiti e le reti di trasmissione. Gli scienzati dimostravano un grande interesse alla struttura e ai compiti e spiegavano che un ente strumentale come la RAS potrebbe essere l’azienda ideale per la diffusione di programmi per le minoranze in Finlandia, visto che si vorrebbe anche allargare l’offerta dei programmi in lingua svedese. Inoltre proponevano di creare un associazione con altre aziende radiotelevisive in Europa per chiarire problemi legislativi. In questo ambito si potrebbe anche discutere sui diritti di trasmissione in regioni con minoranze linguistiche e cercare di trovare una soluzione per tutto il territorio europeo. Una soluzione assolutamente necessaria viste le polemiche sulla trasmissione delle partite dei Mondiali di calcio 2010 in Alto Adige.

Ultimo aggiornamento il 07 12 2015