Dalla Regione arrivano nuovi mezzi per la Banda Larga

È stato approvato oggi dalla Regione Alto Adige l´attuazione del piano RAS per la Banda Larga, progetto questo, che già da tempo è tra le priorità del governo regionale. ” Requisito fondamentale per la competitività” e “Importante quanto lo sono state le reti stradali” sono solo alcune delle affermazioni del Presidente della Provincia, Arno Kompatscher, che non ha lasciato margine ai dubbi circa l´importanza attribuita a tale progetto, importanza che non può che essere confermata dall´investimento complessivo di 5,9 milioni di euro, 1,4 dei quali andranno a collegare le centrali telefoniche Telecom con la nuova rete per Internet ad alta velocità. Si tratta di un obbiettivo ampiamente condiviso e perfettamente in linea con le direttive EU che prevedono di raggiungere entro data 2020 almeno il 50% della popolazione europea con la rete a Banda Larga ed un minimo di 30 megabit per secondo. per quanto riguarda l´Italia l´obbiettivo, ancora più ambizioso, è di raggiungere l´85% della popolazione con la Banda Larga con 100 megabit per secondo; l´Alto Adige ha recepito con entusiasmo e prontezza tale sfida che si concretizza nel programma “Alto Adige Digitale 2020″, che, come ricordato dal Presidente Kompatscher posa su tre punti base: lo sfruttamento intelligente delle sinergie esistenti per lo sviluppo delle infrastrutture, l´impiego di tecnologie differenti e specifiche, attenzione e tutela verso i comuni e le realtà periferiche.

Ultimo aggiornamento il 22 06 2016