Via libera al programma 2017 della RAS: 4,1 milioni di euro per investimenti in nuovi ripetitori, radio digitale e programmi televisivi in HD dalla Giunta provinciale

Ammonta a 4,1 milioni di euro lo stanziamento garantito oggi (28 marzo) dalla Giunta provinciale per il programma 2017 della Radiotelevisione azienda speciale RAS, ente pubblico creato negli anni ’70 per garantire la diffusione dei programmi dell’area tedesca e ladina ma che, soprattutto grazie allo sviluppo delle nuove tecnologie, ha notevolmente ampliato lo spettro delle sue attività. Per quanto riguarda l’anno in corso, il budget messo a disposizione dalla Provincia sarà suddiviso tra gli investimenti, per un totale di 2,5 milioni di euro, e le spese correnti (1,6 milioni di euro) che comprendono anche la manutenzione delle infrastrutture.

Per quanto riguarda il primo pilastro, spicca il milione di euro previsto per la realizzazione di tre nuovi impianti di trasmissione per segnali tv, radio e mobile a San Martino in Casies, Cornaiano e Campegno. Sarà di 1,4 milioni, invece, l’investimento per migliorare la ricezione dei programmi digitali: sia dal punto di vista radiofonico, con l’allestimento di due ulteriori impianti con tecnologia DVB-t, sia dal punto di vista televisivo. Verrà infatti avviata una fase di test della nuova tecnologia DVB-T2, e sarà ampliato lo spettro di canali ricevibili in modalità HD. Come noto, inoltre, dal 2017 tutti i programmi radiofonici devono passare alla tecnologia DAB+ che garantisce più spazio e soprattutto una migliore qualità, e la radio digitale dovrà avere una coperturà pari al 99% della popolazione. Per questo motivo verranno attrezzati 6 impianti di trasmissione, e tutti i 9 programmi radiofonici passeranno da DAB a DAB+.

Ultimo aggiornamento il 29 03 2017