TV digitale, switch off riuscito a Bolzano e dintorni

Sin dalle prime ore della mattina le squadre di tecnici delle emittenti che trasmettono in Alto Adige si sono mosse verso gli impianti per sostituire il vecchio sistema analogico con il nuovo digitale. Come stabilito dal Ministero per lo sviluppo economico (Dipartimento comunicazioni), stamattina le emittenti hanno effettuato lo spegnimento del segnale analogico entro le 10, provvedendo gradualmente all’accensione del segnale digitale. Questa prima tappa del passaggio al digitale ha interessato 268 impianti (su un totale di 985 impianti delle 26 emittenti sia nazionali che locali), 41 Comuni in modo completo e 52 parzialmente. Alle 18 a Bolzano città era possibile sintonizzare 130 programmi televisivi. Dalle 18 anche 26i impianti della RAS sono in esercizio, vale a dire tutti eccetto quello di San Felice Senale che a causa di problemi tecnici verrà attivato domani. La regolarità delle transizioni al digitale è stata verificata dai laboratori mobili del Ministero e dalla sua task force giunta da Roma. Telefonate sono giunte al call center del Ministero, a RAS e RAI con richiesta di informazione sulla copertura del segnale ma in particolare da persone anziane in difficoltà nella ricerca dei canali, un’operazione che però in serata, a lavori conclusi sugli impianti, è riuscita quasi ovunque. Domani (29 ottobre) il passaggio al digitale interessa l’Alta val Venosta, poi il 30 ottobre la val Venosta, Merano e la Passiria. A novembre, la TV digitale viene attivata il 3 in Alta val d’Isarco, il 4 in valle Aurina, il 6 a Brunico e in val Pusteria, il 9 in val Gardena, infine l’11 novembre a Bressanone e in val d’Isarco. Per i cittadini che vogliono avere ogni chiarimento sul passaggio alla TV digitale, in particolare sulla risintonizzazione dei canali, sono disponibili il numero verde del Ministero 800.022.000 e il numero della RAS 0471 546666 . Informazioni, indicazioni e spiegazioni anche sui siti web della Provincia www.provincia.bz.it/digitale-terrestre o della RAS http://www.ras.bz.it/

Ultimo aggiornamento il 07 12 2015