Sanzioni per mancata comunicazione dei dati da parte dei titolari di incarichi politici

La mancata o incompleta comunicazione delle informazioni e dei dati di cui all’articolo 14 del d.lgs. n. 33/2013, relativi a:

  • situazione patrimoniale complessiva del titolare dell’incarico al momento dell’assunzione in carica;
  • titolarità di imprese;
  • partecipazioni azionarie proprie, del coniuge e dei parenti entro il secondo grado;
  • compensi cui dà diritto l’assunzione della carica;

dà luogo a una sanzione amministrativa pecuniaria da 500 a 10.000 euro a carico del responsabile della mancata comunicazione. Il provvedimento relativo è pubblicato in questa sezione.

Le sanzioni sono irrogate dall’Autorità nazionale anticorruzione (Anac), che disciplina con proprio regolamento, nel rispetto dalla legge 24 novembre 1981, n. 689, il relativo procedimento (art. 47, commi 1 e 3, d. lgs. n. 33/2013).

Ultimo aggiornamento il 30 04 2019