Cronogramma per il passaggio al nuovo standard televisivo DVB-T2

Quest’anno, autunno 2021, si procede con il prossimo passo nella transizione al nuovo standard televisivo DVB-T2.

  • Il 20 ottobre 2021 iniziano i lavori di transizione:
    • inizio del passaggio dei programmi da MPEG2 a MPEG4.
    • La RAI spegne il Mux3 sul canale 30 e converte i programmi dei canali 26 e 40 a MPEG4 aggiungendo i programmi del Mux3 sui canali 26 e 40.
    • Mediaset converte 6 programmi ancora da definire in MPEG4.
    • La RAS converte tutti i programmi in MPEG4 HD e spegne contemporaneamente i programmi in SD.
  • Già dal 19 ottobre 2021 la RAS inizierà, deviando dal calendario nazionale, con il passaggio sui nuovi canali assegnati:
    • Il canale 59 passerà in 21
    • Il canale 27 passerà in 34
    • Il canale 42 (35 nell’Alta Val Venosta) diventerà operativo con i programmi locali ed ulteriori nuovi programmi della RAS.
  • È prevista la seguente sequenza del passaggio nelle diverse zone:

Zone con data di cambio canale

  • La scadenza per il passaggio di tutti i programmi rimanenti a MPEG4 sarà fissata dal Ministero entro dicembre.
  • Dal 3 gennaio 2022 fino al 15 marzo 2022: passaggio di tutti i canali rimanenti nel Nord Italia verso i nuovi canali di trasmissione e MPEG4.
  • A partire dal 1° gennaio 2023: Tutti i canali migreranno a DVB-T2 e HEVC.

Per controllare, se il televisore riceve già le trasmissioni in DVB-T2 e HEVC viene trasmesso un’immagine di test da parte di RAI e Mediaset. Su MUX 4 di MEDIASET alla posizione LCN 200 viene trasmesso l’immagine con la scritta “Test HEVC Main10″. La stessa immagine viene anche trasmessa su MUX 1 della RAI.

Test HEVC

Se lo schermo rimane nero, si tratta di un televisore che riesce a ricevere solo lo standard DVB-T e non DVB-T2. Importante: L’antenna di ricezione sul tetto rimane la stessa.

La nuova pianificazione prevede i seguenti canali in provincia di Bolzano e nel Trentino:
Piano delle frequenze 2021

Dalla tabella si evince, che la nostra provincia è stata divisa in 3 zone per motivi di coordinamento internazionale delle frequenze. Non tutti i canali possono essere utilizzati nell’intero territorio.

I programmi locali della RAI passano dalla banda televisiva III in banda IV sul canale 30. Con ciò sarà possibile ricevere tutti i programmi con un’unica antenna.

Ultimo aggiornamento il 20 09 2021