Cronogramma per il passaggio al nuovo standard televisivo DVB-T2

Quest’anno, autunno 2021, si procede con il prossimo passo nella transizione al nuovo standard televisivo DVB-T2.

L’anno scorso è stato spento il canale 51 nelle zone confinanti con l’Austria e la Svizzera. Da allora i programmi in queste zone -Alta Val Venosta – Vipiteno – zona da Brunico a San Candido – sono ricevibili sul canale sostitutivo 21.

In autunno tutti i programmi restanti, sia quelli di RAI – RAS – emittenza privata – passano alla nuova pianificazione. Il piano prevede i seguenti canali in provincia di Bolzano e nel Trentino:

piano delle frequenze 2021

Dalla tabella si evince, che la nostra provincia è stata divisa in 3 parti. Per motivi di coordinamento internazionale non tutti i canali possono essere utilizzati nell’intero territorio.

Alla RAS sono stati attribuiti i canali 21 e 34 (in tutta la provincia) e il canale 42 ad’eccezione dell’Alta Val Venosta, dove è stato previsto il canale 35.

I programmi locali della RAI passano dalla banda televisiva III in banda IV. Con cio si possono ricevere tutti i programmi con un’unica antenna ricevente.

Contemporaneamente col cambio dei canali televisivi tutti i programmi passeranno alla codifica MPEG4. Da allora tutti i programmi della RAS saranno ricevibili in HD. Lo standard trasmissivo DVB-T verrà tenuto fino a giugno 2022.

Nella seconda metà di giugno 2022 si procederà all’ultimo passo di conversione verso il DVB-T2 con codifica HEVC.

Ultimo aggiornamento il 23 02 2021