Dalla Giunta: nuovi fondi per il programma banda larga

Creare una rete unica, aperta, capillare e pubblica, in grado di portare collegamenti internet ad alta velocità a imprese e famiglie altoatesine. Questo l’obiettivo dichiarato della Giunta provinciale in tema di banda larga, settore nel quale si continua ad investire su tutto il territorio. `Si tratta di un’infrastruttura fondamentale per la competitività – ha sottolineato il presidente Arno Kompatscher – il ruolo della banda larga al giorno d’oggi è paragonabile a quello delle strade negli ultimi decenni del secolo scorso, ed è assolutamente necessario portare accessi web ad alta velocità anche nelle zone più periferiche dell’Alto Adige`. Lungo questa direttrice si muove il programma 2015-2016 elaborato dalla RAS e approvato oggi (25 agosto) dall’esecutivo provinciale, che prevede investimenti per un totale di 5.900.000 euro utili a realizzare i PoP della rete telematica provinciale, alcuni tratti di rete a collegamento della dorsale principale, e a collegare con la fibra ottica i ripetitori RAS. `Il finanziamento oggetto della delibera – precisa l’assessora all’informatica Waltraud Deeg – è pari a 1,4 milioni di euro, e riguarda il completamento di alcuni tratti di dorsale sfruttabili da Telecom Italia per aggiornare le proprie centrali telefoniche e garantire così l’accesso internet ad alta velocità`. Tra i lavori principali finanziati dalla Giunta spiccano quelli di Lappago, della periferia di Bressanone (Varna, Albes, Millan), di Verano e di Rio Pusteria. `L’Europa – ha concluso Kompatscher – punta a garantire entro il 2020 collegamenti internet ad alta velocità (minimo 30 Mbit/s) al 50% della popolazione, mentre l’Italia alza ulteriormente l’asticella e nei prossimi 5 anni conta di portare a termine l’ambizioso obiettivo di offrire all’85% della popolazione accessi web a 100 Mbit/s. Questi traguardi sono contenuti anche nell’agenda `Alto Adige digitale 2020`, e la nostra strategia ruota attorno a tre pilastri: sfruttare al massimo le sinergie nello sviluppo infrastrutturale, utilizzare un mix di tecnologie a banda larga , offrire concrete misure di sostegno con un occhio di riguardo ai Comuni`.

Ultimo aggiornamento il 10 12 2015