Banda larga in tutti i comuni, internet veloce dipende dalla scelta del gestore

La banda larga è considerata l’autostrada del futuro, una delle chiavi, come lo erano una volta i collegamenti stradali, per rendere competitivo un territorio. `Alla luce di questa valutazione – sottolinea l’assessore ai lavori pubblici Florian Mussner – negli ultimi anni la Giunta provinciale ha intensificato i propri sforzi per consentire a famiglie e imprese altoatesine di avere accesso a collegamenti internet ad alta velocità, con particolare attenzione alle zone periferiche più difficilmente raggiungibili`. Il primo obiettivo sembra essere stato raggiunto, visto che oltre il 98% delle famiglie è collegato alla rete a banda larga, un dato che pone la Provincia di Bolzano in posizione di vantaggio rispetto non solo alle regioni confinanti, ma anche rispetto ad un territorio tecnologicamente molto avanzato come la Baviera. `Questo risultato – commenta Mussner – è stato reso possibile dal fatto che gli interventi per diffondere la banda larga e la fibra ottica sono stati gestiti dalla mano pubblica, e non sono stati lasciati al mercato`. Nonostante il dato estremamente positivo sulla `raggiungibilità`, molti altoatesini ammettono di non avere accesso al web con collegamenti ad alta velocità. `Ciò è dovuto in gran parte – sottolinea il direttore della RAS Georg Plattner – al fatto che in tanti non sono a conoscenza di ciò che offre attualmente il mercato, utilizzano attrezzature non più adeguate e si appoggiano a gestori tecnicamente non in grado di fornire il servizio richiesto`. In realtà, in tutti i 116 comuni altoatesini c’è almeno un operatore che fornisce accessi web ad alta velocità, ed in molti ce ne sono due o tre. `C’è poi un’altra opzione – prosegue Plattner – ovvero quella di puntare sui collegamenti via satellite, garantiti dalla Brennercom con una capacità di 10 Mbit/s. In questo modo possiamo tranquillamente affermare che la quota di famiglie e imprese che hanno accesso alla banda larga è estremamente vicina al 100%`. In ogni caso, la banda larga non è considerato l’obiettivo finale da parte della Giunta provinciale. `Il traffico dati in questi anni è letteralmente esploso – sottolinea l’assessore Florian Mussner – e per questo motivo abbiamo deciso di puntare su una tecnologia, come quella della fibra ottica, che garantisse il massimo della qualità in termini di velocità e sicurezza dei collegamenti`. Entro fine 2013, infatti, tutti i comuni saranno allacciati alla rete in fibra ottica, l’accordo siglato di recente con Telecom Italia consentirà di appoggiarsi ad un gran numero di centrali dislocate su tutto il territorio, mentre a livello dei singoli paesi e delle singole località i lavori saranno gestiti da RAS e amministrazioni comunali.

Ultimo aggiornamento il 07 12 2015